Luglio 14, 2024

Caffè e simili

Il caffè è una di quelle sostanze che va evitata quando si hanno problemi di colon irritabile. Nella lista colon irritabile cibi da evitare vanno incluse anche tutte le bevande che contengono caffeina. Il motivo è molto semplice: si tratta di una sostanza irritante che può avere conseguenze negative sulle mucose intestinali. Inoltre, il caffè è una sostanza che agita e i soggetti che soffrono già di ansia e stress, dovrebbero evitare perché può esser amplificato il senso di nervosismo, causa principale del colon irritabile.

 Peperoncino e spezie forti

Tra le spezia, alcune possono essere benefiche per il colon irritabile come il cardamomo o lo zenzero. Sono però da evitare tutte le spezie che sono piccanti e molto forti perché sono in grado di provocare spasmi della mucosa intestinale e movimenti indesiderati che provocano diarrea e urgenza di evacuazione. Le spezie troppo forti irritano eccessivamente la mucosa che non assorbe i liquidi e le feci sono particolarmente molli.

Insaccati e salumi

Nella lista dei colon irritabile cibi da evitare sono da includere anche i salumi e gli insaccati che hanno la tendenza a far venir sete. Essendo molto saltai. Il risultato è quello di irritare la mucosa e rendere le feci difficili da espellere, complicando il quadro generale. Sarebbero da preferire delle carni bianche ma si possono comunque assumere ricordando di bere molta acqua che possa idratare.

Latte e latticini

Tra i cibi che andrebbero eliminati quando si soffre di colon irritabile c’è il latte e anche altri latticini. Si tratta di sostanze che possono creare problemi gastrici, la mancata digestione del lattosio è dovuta alla mancanza di certi enzimi, provocando così casi di diarrea. Lo yogurt invece può aiutare che soffre di colon irritabile perché esso contiene batteri che hanno già digerito il lattosio, rendendolo più digeribile. Inoltre, lo yogurt contiene batteri che sono benefici all’intestino, andando da intensificare la flora batterica che è responsabile della digestione.

Prodotti confezionati

Cibi pronti, snack e altri prodotti confezionati pronti all’uso sarebbe da eliminare una volta per tutte, soprattutto se si soffre di colon irritabile. Si tratta di alimenti troppo raffinati che contengono poche sostanze nutritive e molti zuccheri e grassi in grado di irritare la mucosa digestiva, oltre che alterare la flora batterica intestinale. Gli zuccheri e le altre sostanze presenti per conservare tali prodotti hanno un’interazioni con la delicata flora batterica che viene alterata, provocando problemi a livello intestinale come gas in eccesso, flatulenza, meteorismo, difficoltà ad evacuare e simili.

Prodotti raffinati

Tutti quei prodotti che vengono realizzati da farine bianche raffinate sarebbero da evitare. Pasta, pane, pizza e altri derivati della farina bianca sono da togliere per verificare se siano effettivamente questi a provocare il malessere intestinale. Sono da preferire i prodotti integrali, che sono naturalmente ricchi di fibre, un importantissimo sostegno per l’attività intestinale.

Alcool e bevande alcooliche

Le bevande acoliche sono anch’esse da mettere al bando quando si soffre di intestino perché si tratta di sostanze irritanti che provocano gastrite, reflusso gastroesofageo e acidità di stomaco.