Come recuperare dati dall’hard disk: fare da soli o affidarsi a un tecnico?

Si possono recuperare dati dall’hard disk? E come? Con ogni probabilità, se ti stai facendo queste domande è perché il sistema di archiviazione del tuo PC ha smesso di funzionare o è danneggiato e hai bisogno di ritrovare i file che avevi conservato al suo interno. Non importa che si tratti di vecchie foto con un valore solo affettivo o di documenti importanti per te e per la tua famiglia: se non hai delle copie di backup è normale che tu voglia recuperali e che sia disposto a tutto – o quasi – per riuscire nel tuo intento.

Potrebbe essere tardi, però, a questo punto per sottolineare come il primo modo per assicurarsi un completo recupero del contenuto dell’hard disk è non aspettare troppo tempo e intervenire il più velocemente possibile. Quando senti strani rumori provenire dalla tua periferica, avverti un suo funzionamento anomalo o ti accorgi che il sistema operativo del tuo PC non la riconosce più, dovresti assicurarti immediatamente cioè che tutto sia al posto giusto e che non si siano verificati guasti tali da mettere in pericolo i tuoi dati: quando si usano hard disk magnetici, infatti, sono quasi sempre dei danni a livello hardware a comprometterne la funzionalità e, per quanto molto resistenti, questi sistemi non sono certo invulnerabili.

Recuperare dati dall’hard disk: una guida e i passi pratici per farlo

A ogni modo, se hai bisogno di recuperare dati dall’hard disk e hai abbastanza familiarità col mondo dell’informatica, prima di rivolgerti eventualmente a un tecnico specializzato, potresti provare a fare da te – perché no con l’aiuto di una delle tante guide che esistono ormai in Rete. Quasi sicuramente avrai bisogno di scaricare un software per il data recovery: sono programmi semplici e piuttosto usabili almeno nelle loro funzioni di base; quello che fanno è creare un’immagine dei dati già presenti sull’hard disk su cui lavorare per il recupero e per evitare che, durante lo stesso processo, intervengano nuovi errori che potrebbero compromettere l’operazione e rendere definitivamente inutilizzabile il tuo device e irrecuperabili le tue informazioni. Nell’ipotesi migliore, se utilizzi un software di questo tipo dovresti riuscire a recuperare almeno il grosso dei tdati salvati sull’hard disk.

Se il tuo tentativo invece si dovesse trasformare in un niente di fatto, prima di disperare e di lasciarti prendere dal panico per i tuoi file perduti, dovresti considerare appunto l’opzione di rivolgerti a un tecnico informatico. Va bene il tuo di fiducia che, con ogni probabilità, saprà dove mettere le mani e come risolvere il problema. Ancora più risolutive potrebbero essere però realtà specializzate in un servizio di recupero dati professionale ( https://recuperodati.it/hard-disk/ ): sono ditte o singoli tecnici in grado di lavorare anche su sistemi e reti informatiche molto complesse e a cui un utente domestico dovrebbe rivolgersi solo in casi estremi, anche dal momento che l’intervento può rivelarsi molto dispendioso. Tieni conto, infatti, che quasi sempre per esempio il recupero dei dati dall’hard disk parte dalla sostituzione delle sue componenti fisiche vecchie o danneggiate e questo non può che far aumentare il costo dell’intervento.