Aprile 17, 2024

L’approccio invisibile per i denti è una sorta di mascherina che raddrizza i denti senza l’uso dei fastidiosi e antiestetici apparecchi in ferro. L’apparecchio per l’ortodonzia invisibile ha diverse tipologie: full, teen, i7 e lite. Questi apparecchi mobili sono molto pratici perché possono esser indossati e tolti in base alle diverse esigenze durante la giornata.

L’apparecchio invisibile full

Il cosiddetto full è il modello che serve per correggere la posizione dei denti paramenti sputanti da poco. Per tale motivo, si usa il full soprattutto nell’età dai 12 ai 20 anni.  la correzione maggiore si ha sui denti frontali, cioè quelli più visibili, per un sorriso perfetto. Tutti gli spazi che ci sono tra i denti sono eliminati oppure può aiutare a sistemare il palato che ha una forma stretta e quindi i denti tendono ad accavallarsi. Il full dovrebbe esser indossato almeno 20 ore al giorno perché faccia effetto e lo si può portare anche di notte così da no doverlo tenere su tutto il giorno, ma lo si può togliere se si ha una cena.

L’apparecchio invisibile lite

Il lite è un apparecchio che si usa soprattutto per non far limare i denti tra di loro, andando ad appiattire i solchi che permettono la masticazione di ogni tipo di cibo. si sua soprattutto durante le ore notturne per evitare i danni legati al bruxismo. Si tratta della tendenza a digrignare i denti in modo involontario. La causa del bruxismo può esser diversa, in certi casi si tratta di un problema dell’articolazione tempo mandibolare oppure per lo stress o altro ancora.

Gli apparecchi teen e i7

Quando si apra di modelli tenne e i7, invece, si fa riferimento a degli apparecchi invisibili che sono utilizzati soprattutto nei bambini e nei giovani. Lo scopo è raddrizzare le arcate e far crescere nel modo giusto i denti permanenti dopo che quelli da latte sono caduti.

Per info e / o prenotazioni, vai su www.apparecchiotrasparentemilano.it