Luglio 14, 2024

Lo spazzolino elettrico è un piccolo apparecchio progettato per l’igiene accurata e quotidiana dei denti e delle gengive, che negli ultimi anni è andato diffondendosi sempre di più, in parte perché gli studi odontoiatrici hanno provveduto a sensibilizzare gli utenti alla prevenzione delle patologie di denti e gengive, e in parte perché i produttori hanno perfezionato notevolmente gli apparecchi, implementandone le prestazioni e la potenza.

Con uno spazzolino elettrico di buona qualità è possibile mantenere in perfette condizioni denti e gengive, evitare la formazione della placca, ridurre in parte la presenza di macchie e segni sullo smalto e prevenire le più comuni infiammazione e la formazione della carie.

Prima di tutto, è importante scegliere, come abbiamo detto, uno spazzolino dalle prestazioni eccellenti, pratico, funzionale ed ergonomico. In genere, questo dispositivo è costituito da un corpo motore e da una testina, la quale, ruotando e oscillando, svolge il ruolo di uno spazzolino tradizionale.

Occorre quindi verificare la potenza del motore, che influisce sulla velocità della testina, e orientarsi verso un modello dotato di testina rimovibile e sostituibile: questo perché dopo circa due o tre mesi, è necessario sostituirla.

Anzi, si può dire che dopo questo periodo, nel caso in cui le setole non mostrino segni di usura, non è stata eseguita un’igiene profonda come si dovrebbe.

Il portale ilMigliorSpazzolinoElettrico.it, punto di riferimento per questo tipo di dispositivi, aiuta a conoscere meglio le caratteristiche degli spazzolini elettrici e rappresenta un’ottima guida per la scelta del modello ideale.

Qualche semplice regola per il corretto utilizzo dello spazzolino

Utilizzare uno spazzolino elettrico è piuttosto facile, infatti l’uso di questo strumento viene consigliato anche a chi avesse qualche problema di manualità e per i bambini, poiché i movimenti di rotazione e oscillazione avvengono automaticamente. Naturalmente, per ottenere il risultato di un’igiene perfetta e accurata, è importante utilizzarlo correttamente.

L’igiene dentale deve essere osservata ogni giorno, o meglio, dopo ogni pasto, e soprattutto non troppo superficialmente.

In totale, si può dire che per una buona pulizia sono necessari almeno tre o quattro minuti: in commercio esistono addirittura spazzolini elettrici dotati di timer, che permettono di riservare un tempo sufficiente a rimuovere residui e impurità di ogni genere.

Per quanto, come si è detto, lo spazzolino ruoti e si muova perché azionato dal motore, è necessario passare tutta la superficie dei denti con la massima accuratezza e precisione.

Usare il filo interdentale o scegliere un idropropulsore

Per completare la pulizia di denti e gengive, è comunque necessario ricorrere anche ad altri accessori, come il filo interdentale, in grado di arrivare negli spazi più ristretti, tra un dente e l’altro, dove è facile che si presenti la carie, oppure ricorrere ad un idropropulsore.

L’idropropulsore è un dispositivo molto simile a quello che si vede normalmente dal dentista, la cui funzione è quella di emettere un getto d’acqua pressurizzato, che permette di ottenere un’igiene profonda e perfetta. L’idropropulsore può essere un apparecchio a sé stante, oppure un accessorio di uno spazzolino elettrico di fascia più alta.