Aprile 17, 2024

In questi ultimi mesi le criptovalute sono state sempre più spesso al centro delle analisi macroeconomiche e delle notizie di economia. La maggiore attenzione che i media hanno rivolto alle criptovalute è sicuramente dovuta ad una crescente capitalizzazione che ha interessato il settore e a delle dinamiche di grande volatilità che hanno attratto molti investitori. L’insieme di questi fattori ha così portato sempre più persone ad interessarsi alle crypto, chiedendosi però quale sia il miglior metodo per districarsi abilmente tra le opportunità e i rischi di tale investimento.

Le criptovalute sono per definizione un ambito soggetto a una notevole volatilità. Ciò significa che possono facilmente acquisire o perdere quote significative di valore in pochissimo tempo, in alcuni casi delle variazioni importanti avvengono anche nel giro di poche ore. Questo permette agli investitori che riescono a prevedere il giusto andamento di una moneta virtuale di realizzare degli utili, sia nel breve che nel lungo termine.

Come è facile intuire quindi è proprio la grande flessibilità e precarietà di queste valute digitali a offrire la maggior attrattività di questo bene di investimento. Al tempo stesso questo rappresenta però anche un rischio, in quanto se un trader non riesce a prevedere il giusto andamento di una cypto può incappare anche in perdite corpose nel giro di poco tempo. Ovviamente inoltre non è sempre possibile per nessuno avere una previsione esatta di ogni andamento ma esistono dei buoni strumenti di tutela a sostegno di chi desidera investire.

L’importanza della formazione

Per chi sta valutando la possibilità di effettuare un investimento in criptovalute è molto importante l’aggiornamento e la formazione. Da questo punto di vista, è possibile seguire la pagina facebook sulle cripto del portale Criptovaluta.it, dove trovare le ultime notizie relative all’andamento delle valute digitali, particolarmente utili per individuare le strategie di investimento migliori.

Avvalersi di una formazione significa non necessariamente dover fare dei corsi, che molto spesso richiedono tempo e talvolta presentano anche un costo. La maniera migliore e più veloce per accrescere le proprie competenze in materia di crypto è quella che include la lettura delle novità del settore e delle analisi che spiegano ciò che queste possono innescare nel breve e nel lungo termine.

A questa lettura, che è consigliabile poi proseguire anche dopo aver realizzato il proprio investimento, è possibile abbinare l’utilizzo di una piattaforma di trading online in modalità demo. Questa alternativa viene offerta gratuitamente dai migliori broker e consente di operare delle simulazioni d’investimento, in modo da valutare poi l’andamento e i risultati che questi avrebbero nel tempo. Una volta utilizzati questi ottimi e pratici ausili di formazione è possibile pensare di passare alla fase d’investimento vera e propria.

Strategia e strumenti d’investimento

Vi sono varie strategie che possono essere utilizzate nella compravendita di criptovalute, le quali potrebbero sempre essere abbinate ad ottimi strumenti di tutela e gestione degli investimenti. Prima di tutto è importante seguire sempre le news presenti sul portale criptovaluta.it perché questo permette di conoscere immediatamente eventuali fattori in grado di generare rapidi scossoni sui listini delle monete virtuali.

Alcuni ottimi consigli per avere una buona strategia d’investimento prevedono un aggiornamento continuo su:

  • Investimenti delle multinazionali in crypto.
  • Regolamenti internazionali.
  • Aggiornamento degli algoritmi.
  • Notizie sui vari management.
  • Strumenti di gestione e tutela.
  • Segnali del settore.
  • Trend degli investitori.

I segnali e la lettura dei trend permettono di disporre di un orientamento di massima sull’intenzione, di acquisto o di vendita, che gli investitori hanno nei confronti di una criptovaluta. Alcuni trader adottano una strategia, che può essere profittevole ma presenta un certo margine di rischio, che prevede l’acquisto di 5 o anche 10 diverse criptovalute. Queste vengono scelte tra quelle affermate, come ad esempio Bitcoin, Ethereum e quelle emergenti come ad esempio Shiba, Cardano o Solana.

L’acquisto di un blocco di crypto dovrebbe poi essere sempre accompagnato dall’utilizzo dei “take profit” e degli “stop loss“. Questi sono degli ottimi strumenti che servono per far scattare una vendita in modo automatico al raggiungimento di un certo valore prestabilito. Grazie a questi ausili per un broker è infatti possibile massimizzare i profitti o ridurre le perdite nel caso in cui l’investimento non avesse l’andamento sperato.

Se un titolo poi ha invece l’andamento auspicato, uno stop loss può anche essere progressivamente rialzato, fino ad essere spostato in territorio positivo. Le vendite ai valori prestabiliti in questo caso avverrebbero ovviamente in maniera automatica, senza la necessità di dedicare ogni giorno molto tempo per seguire i propri investimenti.