Luglio 14, 2024
Manifestazione-pro-raggi

Virginia Raggi ha chiesto di annullare la manifestazione in suo favore, organizzata dagli attivisti del M5S e prevista per venerdì 9 novembre. Lo ha fatto con un video postato su Facebook, la sindaca di Roma, e non ha speso nemmeno troppe parole. Si è limitata a chiedere che la manifestazione “Sempre con virginia” fosse annullata, perchè un sit-in il giorno prima della sentenza di primo grado a suo carico sarebbe stato inopportuno. Così come era comparso, quindi, l’evento creato su Facebook è sparito immediatamente ed è stato annunciato che non si terrà alcuna manifestazione. 

Sempre con Virginia: il perchè di una manifestazione

La manifestazione organizzata dagli attivisti del M5S e prevista per venerdì 9 novembre in Campidoglio era nata per sostenere la sindaca di Roma, proprio il giorno prima della sua sentenza per falso nell’ambito della nomina di Marra come capo della direzione capitolina Turismo. Si trattava però anche di una risposta alla manifestazione #Romadicebasta, che si è tenuta lo scorso 27 ottobre nello stesso luogo e che ha visto la partecipazione di decine di migliaia di cittadini.

L’obiettivo della manifestazione, secondo quanto dichiarato ufficialmente dagli organizzatori, doveva essere unicamente quello di sostenere Virginia Raggi e riconoscerle l’impegno contro le mafie romane e le cordate storiche che hanno inquinato la Capitale.

Con l’occasione però, nel manifesto di “Sempre con Virginia” si è citato anche il Referendum che si terrà l’11 novembre per privatizzare l’Atac. Virginia Raggi infatti è per il “no” mentre il Partito Democratico sostiene invece la privatizzazione dei trasporti. Impossibile non trovare un nesso politico in questa manifestazione.

Manifestazione annullata: perchè?

Proprio ieri Virginia Raggi ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un video breve e conciso, in cui ringrazia i suoi sostenitori ma chiede che venga annullata la manifestazione prevista per il 9 novembre. Un sit-in sarebbe infatti inopportuno secondo la sindaca di Roma, che il giorno seguente dovrè presentarsi in aula per il processo che la vede imputata per falso relativo alla promozione di Raffaele Marra. Se virginia Raggi dovesse essere condannata, la sua esperienza amministrativa potrebbe terminare stando al codice etico del Movimento 5 Stelle. Sono quindi momenti delicati ed è stato per questo che gli organizzatori della manifestazione hanno preferito rispettare il volere della sindaca.

Secondo alcuni però c’è dell’altro dietro all’annullamento della manifestazione. C’è infatti chi ritiene che il sit in sia stato annullato anche perchè si teme di fare una brutta figura. Se confrontata con la manifestazione #Romadicebasta del 27 ottobre scorso infatti questa si sarebbe potuta rivelare un vero e proprio fiasco. La partecipazione era infatti stata altissima e sarebbe stato impossibile raggiungere tali numeri con “Sempre con Virginia”. Sembra proprio che i sostenitori della Raggi, nella Capitale, siano in numero inferiore: la gente è stanca del degrado e della situazione in cui versa Roma e questo è innegabile.

Non si terrà quindi alcuna manifestazione il 9 novembre. Adesso dovremo tutti aspettare gli esiti del processo a Virginia Raggi che potrebbe cambiare per sempre le sorti della Capitale e decretare la fine del mandato per la sindaca di Roma.