Maggio 27, 2024

Con il termine tricopigmentazione si fa riferimento al cosiddetto tatuaggio capelli, ovvero ad una tecnica che consente di simulare la presenza dei capelli per mezzo di un tatuaggio specifico, che sfrutta pigmenti che vengono riassorbiti dalla pelle. Il tatuaggio capelli può essere una buona soluzione per chiunque abbia un problema di calvizie precoce, oppure di diradamento dei capelli in alcune zone, o ancora di cicatrici o mancanza di capelli in alcune parti della testa. In questi casi si tratta di una buona soluzione alternativa rispetto ad interventi più costose più invasivi, come il trapianto chirurgico di capelli, ed è più realistica e pratica rispetto all’uso di parrucche.

La tecnica della tricopigmentazione e tutto sommato abbastanza recente, tuttavia avuto molto successo in quanto si è posta subito come un’alternativa più economica, raggiungibile pratica rispetto al costoso e complesso trapianto di capelli. In molte situazioni, ad esempio nel caso di calvizie, alopecia, diradamento dei capelli, il tatuaggio consiste in una soluzione più economica e molto più accessibile che permette di ritrovare maggiore fiducia in sé stessi e nella propria immagine.

La tricopigmentazione consiste quindi in una tecnica, che ricorda quello del tatuaggio, anche se ci sono numerose differenze, che permette di riprodurre la presenza di capelli sulla nuca con effetto iperrealistico. La tecnica in questione viene eseguita per mezzo di specifici strumenti, come il dermografo, aghi metallici sottili e sterili, pigmenti assorbibili dalla pelle e non tossici, che vengono iniettati ad una profondità inferiore rispetto a quella dei tatuaggi.

Proprio per il fatto che si utilizzano dei pigmenti riassorbibili il tatuaggio capelli non è permanente, il che consente anche di ottenere risultati più precisi e più realistici rispetto al tatuaggio tradizionale. Scopriamo quali sono le varie tecniche del tatuaggio capelli.

Tecniche ed effetti della tricopigmentazione

L’effetto della tricopigmentazione, se viene eseguito da parte di un operatore professionista con esperienza (vedi Toni Belfatto su Tricopigmentazione Roma), permette di ottenere dei risultati molto naturali ed in grado di soddisfare anche i clienti più esigenti.

Le tecniche della tricopigmentazione permettono di ottenere diversi effetti, che possono essere modulati sulla base delle effettive esigenze del cliente e della sua condizione di partenza. Ricordiamo ad esempio:

  • L’effetto rasato. Perfetto per chi voglia mantenere dei capelli molto corti, di circa 1 mm: si tratta di un effetto particolarmente valido sulla nuca completamente calva, in questo caso il tatuaggio viene eseguito con una densità che dipende dal tipo di effetto che si vuole ottenere, dalle aspettative del cliente.
  • Effetto densità. Si tratta di una tecnica di tatuaggio capelli che viene eseguita nell’ipotesi in cui il cliente abbia capelli più lunghi di 1 cm. In questo caso l’effetto viene ottenuto utilizzando dei puntini che vengono tatuati molto vicini fra di loro, in modo da poter replicare l’effetto coperto ed evitando discromie fra il cuoio capelluto e i capelli. Si tratta della soluzione perfetta nell’ipotesi in cui si abbiano delle chiazze di capelli mancanti.
  • Copertura delle cicatrici. Il tatuaggio capelli anche perfetto per coprire specifiche cicatrici, di piccole e medie o grandi dimensioni, tenendo conto però della loro eziologia e delle loro caratteristiche.