Aprile 17, 2024

Ecco come fare una ristrutturazione bagno a Roma come si deve in 3 soli passi: rifare i pavimenti e i rivestimenti, installare un box doccia al posto della vescica vasca in muratura e cambiare i sanitari.

Rifare pavimenti e rivestimenti

Quando siete alle prese con la ristrutturazione bagno a Roma allora optare per rifare tutti i pavimenti e i rivestimenti. Ci sono oggi moltissime possibilità per rendere il bagno come lo volete. Potete stare sul classico e posare le solite piastrelle, anche se ce ne sono di nuove con forme particolari come quelle esagonali. Esiste anche la possibilità di pavimentare con la resina o anche con il cemento per costruzioni, da lasciare e smaltare. Lo stesso vale per i rivestimenti che possono esser molto classici o moderni, cioè assenti. Potete optare per stendere una vernice idrorepellente che non fa sviluppare la tanto odiata muffa.

Togliere la vasca e installare il box doccia

Se nel vostro bagno c’è ancora la vecchia vasca da bagno rivestita con le stesse piastrelle del muro, allora toglietela subito. Al suo posto fate installare un più pratico e moderno box doccia. Il lavoro è davvero facile perché si sfruttano gli stessi agganci idraulici e anche lo stesso scarico della vecchia vasca. In questo modo, a avete un box doccia che occupa meno spazio, è più pratico e anche bello da vedere. Non si devono fare lavori per spostare le tubature idrauliche se lasciate il box dove si trovava la vasca, velocizzando anche i lavori di ristrutturazione bagno a Roma e dintorni.

Cambiare i sanitari e i rubinetti

Il terzo passo per dare nuova vita al vostro vecchio bagno è sostituire il lavandino, il wc, il bidet e anche i relativi rubinetti. Ci sono oggi moltissimi modelli tra cui potete scegliere. Di solito, c’è il set completo di tutto così hanno tutti lo stesso stile e non sbagliate con gli abbinamenti. Anche i rubinetti sono da cambiare, anch’essi da scegliere in base allo stile che preferite: moderno, classico o retrò.