Luglio 14, 2024

Pregi e difetti dei fornelli a gas

I fornelli classici a gas sono quelli che tutti conoscono e che hanno, o avevano, nelle cucine a Roma. Sono la modalità più tradizionale di cucinare poiché consentono di utilizzare ogni genere di tegame anche quelli realizzati in coccio. Lo stesso vale per quelli in ghisa perfetti per fare la carne.

È una tipologia a cui molti sono affezionati, soprattutto quelli che cucinano molto, ma hanno tanti punti di debolezza. Anzitutto, sono molto inefficienti perché la maggior parte del calore che il gas produce non arriva alla padella ma viene sprecato. Per limitare questo spreco, meglio cucinare con il coperchio. È vero che fanno aumentare i consumi di gas ma non così tanto come si crede.

Sono soprattutto difficili da pulire per colpa di tutti gli elementi da togliere, i fori, gli scalini etc. Rimuovere macchie, sporco e grasso non è per nulla facile e bisogna fatica non poco con spugne, detergenti, canovacci, carta assorbente e così via.

Vantaggi e svantaggi del piano a induzione

Le cucine a Roma oggi spesso hanno il piano cottura a induzione. Si tratta di una modalità che produce calore nella padella tramite la creazione di un campo elettromagnetico. Non ci sono sprechi perché tutto il calore finisce nella pentola che cucina velocemente i cibi perciò risulta molto efficiente.  È facilissimo da pulire: basta una passata con la spugna per rimuovere tutto lo sporco in una sola passata. Il piano non scotta e non ha elementi o scalini perciò è un attimo.

Ci sono però anche dei difetti che bisogna citare. Purtroppo, il piano a induzione ha bisogno di pentole e padelle particolari e speso quelle che si hanno già a casa non vanno bene. Sicuramente, non si possono usare quelle tradizionali in coccio o altri materiali particolari. È vero che non si consuma più gas ma si usa l’elettricità. Per efficiente che possa esser, i consumi energetici si alzano un po’. Infine, ha un costo maggiore rispetto ai fornelli tradizionali.