Giugno 23, 2024
mic-roma

A partire da oggi sarà finalmente disponibile per tutti coloro che vivono a Roma la MIC, la card che consente l’accesso gratuito a moltissimi musei della Capitale e molti altri vantaggi. Si tratta di un’iniziativa sicuramente molto interessante, che ha l’obiettivo di valorizzare il patrimonio culturale e museale di Roma e incentivarne la fruizione ad un maggior numero di persone. A lungo criticata e presa di mira per alcuni provvedimenti sbagliati, la sindaca Virginia Raggi questa volta ha dimostrato di essere all’altezza della sua posizione e con la MIC ha creato un precedente che potrebbe essere preso come esempio in moltissime altre città d’Italia.

Lo stesso ministro della cultura Alberto Bonisoli si è detto entusiasta di questa iniziativa e ha dichiarato che si tratta di un’idea che gli piacerebbe rubare. Questo strumento quindi potrebbe essere presto impiegato anche in altri territori e città della nostra Penisola.

MIC: cos’è e come funziona?

La MIC è una card che ha un costo annuale pari a 5 euro e che consente l’accesso gratuito ed illimitato a tutti i Musei civici della Capitale. La possono acquistare tutti i residenti (sia italiani che stranieri), ma anche i domiciliati temporanei e gli studenti delle università pubbliche o private di Roma. I turisti quindi non potranno acquistare la MIC, che rimane per il momento uno strumento riservato a coloro che vivono nella Capitale e che possono quindi avere il privilegio di fruire in forma gratuita del suo patrimonio culturale. La card ha una validità di 12 mesi, al temine dei quali è possibile rinnovarla al costo di 5 euro.

I musei che rientrano nel circuito MIC

I musei e le attrazioni della Capitale che rientrano nel circuito MIC sono i seguenti:

  • Musei Capitolini;
  • Centrale Montemartini;
  • Museo dei Fori Imperiali;
  • Mercati di Traiano;
  • Museo di Roma in Palazzo Braschi;
  • Museo di Roma in Trastevere;
  • Musei di Villa Torlonia (Casino dei Principi, Casino Nobile, Casina delle Civette);
  • Museo dell’Ara Pacis;
  • Galleria comunale di Arte Moderna;
  • Museo Civico di Zoologia.

I possessori della MIC potranno anche visitare le mostre temporanee e le collezioni permanenti, partecipare gratis agli eventi e alle visite guidate incluse nel costo del biglietto di ingresso al museo. Ma i vantaggi non finiscono qui!

Chi è in possesso della MIC potrà anche visitare quei monumenti che generalmente sono aperti solo su prenotazione come il Foro di Cesare, il Ludus Magnus e il Fontanone del Gianicolo. In questi casi si dovrà pagare il prezzo della visita guidata obbligatoria ma non quello d’ingresso.

Dove si può acquistare la MIC?

La MIC può essere acquistata in diversi punti, sia sul territorio della Capitale che online al sito www.museiincomuneroma.it. La si potrà richiedere, a partire da oggi 5 luglio 2018, in tutti i musei che rientrano nel circuito, ma anche negli infopoint turistici di Termini, Nazionale, Minghetti, Sonnino, Navona, Fori Imperiali, Castel Sant’Angelo, Ciampino Apt e Fiumicino Apt.

Finalmente un’iniziativa davvero interessante, che apre le porte della cultura a tutti coloro che vivono a Roma e che presto potrebbe diventare una realtà in molte altre città italiane!