Luglio 14, 2024

Può capitare nella vita di una persona di doversi trasferire da una città all’altra. Alcune volte è sufficiente trasferirsi con i vestiti e poche cose in più, altre invece, c’è da fare il trasloco di tutta la casa in una nuova città. Chiaramente si tratta di due situazioni ben differenti, che devono essere affrontate con uno spirito di organizzazione altrettanto differenti.

Per esempio chi deve fare traslochi Roma semplici, lasciando per esempio una casa in affitto ed entrando in un’altra, senza doversi portare dietro nessun tipo di mobile, spesso si può organizzare semplicemente con un viaggio in macchina oppure affittando un furgoncino (con o senza autista) per poter trasportare le poche cose personali di cui ha bisogno. Di solito si parla di: vestiti, alcuni oggetti personali come libri, cd etc. Se la casa non è accessoriata per esempio servirà anche trasferire tutti gli accessori della cucina, robot etc.

Oggi però vogliamo concentrarci soprattutto su un trasloco grande, quello di una casa intera, e come affrontarlo se dovete traslocare da una città a un’altra.

Pianificate bene tutto

La pianificazione non è una perdita di tempo, anzi. Vi permette di risparmiarlo. Una buona pianificazione fatta nei dettagli infatti è ciò che vi permette di avere successo in diversi ambiti, anche quando si parla di traslochi. Dovete iniziare questa fase uno o due mesi prima, così potete analizzare tutto nel dettaglio senza dimenticarvi niente e senza vivere questa situazione con eccessivo stress o ansia.

Buttate, regalate o vendete ciò che non vi serve

E’ un consiglio valido sempre e lo è ancor di più quando il trasloco è da una città a un’altra. Che senso ha portarsi dietro un sacco di cose che non usate più? Prima di tutto iniziate quindi a valutare ogni singolo oggetto e mobile. Ciò che è rotto buttatelo. Quello che non utilizzate più, regalatelo o vendetelo sulle varie piattaforme online. Racimolare un po’ di denaro non fa mai male.

Gli scatoloni

Questa è la parte meno preoccupante. Iniziate a preparare negli scatoloni le cose che non vi serviranno fino a dopo il trasloco, come per esempio i vestiti fuori stagione, i corredi per le occasioni importanti etc. Tutto ciò che vi serve in modo eccezionale, può essere già messo da parte senza troppi problemi. Riservate agli ultimi giorni ciò che vi serve abitualmente. Preparateli in modo tale che in ogni scatola sia destinata a una stanza specifica. Non mischiate quindi le cose della cucina con quelle del salotto per esempio.

I mobili

Qui inizia l’aspetto un po’ più complicato. Per i mobili vi suggerisco sin da subito di rivolgervi a un’azienda specializzata in trasloco, in modo che possano eseguire anche le varie operazioni di smontaggio prima e di montaggio dopo. Se cercate di farlo da soli, potreste solo rovinare i mobili o comunque perdere moltissimo tempo. Lo stesso discorso vale per i mobili, sempre meglio farsi aiutare da un servizio professionale.

Molte persone però arrivate a questo punto riscontrano un problema. Devono lasciare la casa ma quella nuova non è ancora pronta, perciò devono dormire da qualche altra parte. In questo caso i mobili e tutti gli oggetti personali devono essere lasciati presso un servizio per il deposito dei mobili.