Giugno 23, 2024

Gli scarafaggi, o blatte, sono caratterizzati da un corpo piatto e il capo ricoperto da un disco dorsale. Le dimensioni variano, le cinque specie presenti in Italia vanno dai pochi mm sino ad arrivare ai 35 mm. Il colore delle blatte è uniforme e varia dal bruno al nero. Combattere le blatte è molto importante perché sono vettori di organismi patogeni visto che passano la maggior parte della loro vita in ambienti inquinati arrivando poi nelle nostre case. È sempre meglio rivolgersi ad una ditta specializzata per un intervento di disinfestazione blatte Roma. Nella prima fase, in caso d’infestazione, è molto importante l’ispezione da parte dei professionisti. L’ispezione permette di programmare le fasi successive. Occorre quindi determinare dove siano collocati i nidi, il tipo di blatta e l’entità dell’infestazione. Se notate in casa vostra la presenza sia di blatte adulte che di ninfe vuol dire che è presente una colonia di scarafaggi. Non allarmatevi, contattate un professionista e fategli effettuare un sopralluogo in modo tale che possa eliminare il problema alla radice.

 

L’ispezione e la disinfestazione

 

Il monitoraggio avviene solitamente piazzando delle trappole con esca in gel inodore oppure collanti. Solitamente queste trappole non sono tossiche per l’uomo ma uccidono lo scarafaggio. Una volta catturati gli insetti sarà possibile valutare la specie della blatta e l’entità dell’infestazione. Poi è necessario individuare i vari nascondigli ed elimininare il materiale organico del quale si cibano. In questa fase si utilizza uno spruzzatore a pressione con insetticidi liquidi nei luoghi dove le blatte sono solite spostarsi. Bisogna operare in maniera molto cauta in questa fase della disinfestazione in quanto si rischia di contaminare i cibi o qualsiasi cosa possa venire a contatto. Successivamente si attua un trattamento mirato dentro ai nasconsigli degli scarafaggi. Il disinfestatore utilizza prodotti con elevato potere stanante che provocano eccitazione sulla blatta costringendola ad uscire dalle tane ed entrare in contatto con l’insetticida spruzzato in precedenza. In luoghi come magazzini, scantinati, discariche e fogne è possibile utilizzare dei nebulizzatori ULV oppure termi nebulizzatori. Sarà molto importante poi effettuare un monitoraggio continuo degli ambienti trattati per evitare che l’infestazione da blatte si possa ripresentare.