Bichectomia: che intervento estetico è

Spesso molti conoscono l’effetto che vogliono avere ma non il nome dell’intervento che lo rende possibile. Questo è il caso della bichectomia. Infatti, moltissimi arrivano in studio ad un valido medico chirurgo e chiedono un intervento che renda il viso triangolare e no paffuto. Si tratta proprio della bichectomia. Vediamo come si esegue e che risultati assicura.

Di che cosa si tratta

La bichectomia è l’operazione che si esegue per modificare la forma del viso. Chi ha un viso rotondo e paffuto, può sottoporsi a questo tipo di procedura. Il risultato sarà un viso dalla forma più triangolare e allungata, mettendo in evidenza gli zigomi.

Come si opera

Per poter avere un viso più triangolare, il chirurgo plastico deve rimuovere il grasso nelle guance. Si è scoperto che il grasso viene depositato in delle tasche, che sono chiamate con il nome del suo scopritore bolle di Bichet. Il chirurgo non deve far altro che rimuovere queste bolle parchè il viso resti sempre di questa forma. l’operazione si esegue da dentro la bocca affinché non ci siano antiestetiche cicatrici esterne visibili. L’anestesia che si fa è locale e la durata non supera le 2 – 3 ore.

Quali sono i risultati

Quando si desidera avere un viso più triangolare, si esegue questo intervento che ha il vantaggio di mettere in evidenza gli zigomi. Spesso sono noti i risultati dell’operazione ma non il suo nome medico. Dopo l’operazione di bichectomia, la zona può risultare dolorante. È normale che si presenti un po’ di gonfiore che passa nel giro di un apio di giorni. I punti sono interni e possono dare un po’ fastidio quando si magia. Per i primi giorni è consigliabile magnare cibi liquidi o al massimo teneri, evitando quelli più coriacei e stopposi per non affaticare le guance. Si deve anche dormire con la testa rivolta verso l’alto. I punti si tolgono da soli nel giro di pochi giorni.

Per saperne subito di più, vai su www.medicinaestetica.milano.it