crollo via pontina

Il maltempo si abbatte ancora sul Lazio e i disagi sono molti. L’incidente più grave sulla via Pontina, dove in direzione Terracina si è aperta una voragine che ha inghiottito un veicolo. I temporali hanno ingrossato il piccolo torrente su cui passa la via di collegamento, creando un’onda anomala che ha fatto crollare il terreno. Forse la pressione eccessiva dell’acqua, ha distrutto la strada sulla quale stava viaggiano un’automobile, la quale è stata travolta attorno alle ore 7:00 di domenica. Una ragazza che passava di lì è viva per miracolo.

A bordo dell’automobile finita nella voragine di circa 8 metri c’erano due uomini; uno è uscito dal veicolo e ha tentato di portare vai anche il guidatore, ma senza successo. Il primo uscito è uscito dal baratro di fango e acqua, ma il secondo è rimasto sul fondo.L’imprenditore di 68 anni di Terracina, Valter Donà, alla guida non è riuscito a uscire in tempo. pare che l’uomo fosse incastrato tra le lamiere del veicolo e il materiale trasportato dall’acqua. I passanti e le prime persone accorse sul posto hanno tentato di aiutarlo e incoraggiarlo in tutti i modi, ma non c’è stato il tempo per farlo. Mentre le persone accorse sul posto si stavano organizzando per andare a recuperarlo, arriva un’altra ondata che sommerge l’uomo. La violenza e la forza dell’acqua lo hanno trascinato via, lasciando i passanti attoniti e impotenti.

Le ricerche dei sommozzatori accorsi sul posto assieme ad altri mezzi per la movimentazione del fango e dei detriti, sono continuate fino a tarda sera, senza risultati. I sommozzatori hanno ripreso alle prime luci dell’alba, ma l’uomo non è ancora stato ritrovato. Si teme il peggio: forse la forza dell’acqua e la corrente lo hanno trascinato molto a valle.

L’uomo resta disperso, mentre un’altra donata di mal tempo si abbatte sulla regione dove si contano moltissimi alberi caduti, corsi d’acqua sotto osservazione speciale, la metro a Roma chiusa, disagi per tutti i viaggiatori e mareggiate lungo la costa.

Il tratto della via Pontina crollato è sotto sequestro per permettere ai periti di fare i primi accertamenti in merito all’accaduto di domenica. Forse il dissesto idrogeologico, forse la scarsa manutenzione della strada, forse la mancata pulizia del letto del torrente: queste sono alcune delle ipotesi che gli esperti hanno fatto guardando i video dell’accaduto girati dai passanti e prima soccorritori. Oltre alla domanda di come possa esser accaduto, restano anche altri dubbi. Oggi chi abita in zona si domanda quando ci vorrà a sistemare questo tratto della via Pontina, permettendo di nuovo la circolazione dei veicoli. Questa grande arteria di collegamento è un vero disastro dei collegamenti attorno alla città capitale e un altro cantiere senza fine non ci voleva proprio, aumentando la frustrazione di chi tutti i giorni la percorre.

Su questo sito utilizziamo i cookie per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche anonime (cookie statistici) e per mostrare opportunamente servizi/prodotti (cookie di profilazione). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie Policy