Le porte scorrevoli sono sempre più diffuse all’interno delle abitazioni private ed il motivo è piuttosto semplice: si tratta di soluzioni che offrono notevoli vantaggi, sia per quanto riguarda la resa estetica che la funzionalità. Inserire una porta scorrevole infatti consente di ottimizzare al massimo lo spazio che si ha a disposizione e spesso e volentieri si tratta addirittura di una scelta obbligata, in quanto sarebbe impossibile installare una porta a battente tradizionale.

Parliamo insomma di soluzioni decisamente interessanti, che vale la pena prendere in considerazione se si stanno scegliendo gli infissi per la propria abitazione. Attenzione però, perché esistono varie tipologie di porta scorrevole ed è importante scegliere quella più adatta alle proprie esigenze. Nel catalogo di Garofoli, a questo link https://www.garofoli.com/it/prodotti/porte/porte-scorrevoli/, è possibile trovare tutti i modelli di porta scorrevole e vi consigliamo di dare un’occhiata al portale perché potete trovare diverse ispirazioni.

Tipologie di porta scorrevole: a vista o a scomparsa?

Esistono sostanzialmente due tipologie principali di porte scorrevoli: quelle a vista, con binari e struttura esterni al muro, e quelle invece a scomparsa che al contrario presentano un controtelaio collocato all’interno della parete e dunque non visibile. Vediamo quali sono le principali differenza tra queste due opzioni.

Porta scorrevole a scomparsa

La porta scorrevole a scomparsa è senza dubbio la migliore, innanzitutto dal punto di vista estetico. Tutta la struttura infatti si trova all’interno della parete e dunque l’unica cosa che si vede è appunto l’infisso, che tra l’altro si può scegliere anche a filo muro per un tocco di stile in più. Le porte scorrevoli a scomparsa però non sono solo più belle da vedere, ma anche più funzionali in quanto consentono di sfruttare al massimo lo spazio sulla parete, che nei modelli a vista è occupato invece dal binario. L’unica pecca di questa soluzione sta nel prezzo, in quanto installare una porta scorrevole a scomparsa è più costoso e complesso. È necessario effettuare interventi di muratura specifici, che vanno tenuti in considerazione.

Porta scorrevole esterno muro

La porta scorrevole esterno muro, a differenza di quella a scomparsa, prevede l’installazione del binario all’esterno della parete e dunque a vista. Esteticamente parlando sono molto meno accattivanti rispetto alle altre e risultano anche meno funzionali in quanto appunto quella parte di muro non può essere sfruttata appieno. Occorre, in sostanza, lasciare l’area libera per consentire lo scorrimento della porta sui binari. Di contro però, questa tipologia è molto meno costosa e si installa con facilità rispetto a quelle a scomparsa. Non occorre infatti intraprendere lavori di muratura e dunque si risparmia parecchio sulla manodopera.

Quale porta scorrevole scegliere?

Se ci si trova di fronte al grande dilemma e non si sa quale tipologia di porta scorrevole scegliere, la prima cosa che conviene fare è valutare le proprie esigenze. Se lo spazio è limitato e si vogliono sfruttare tutte le pareti, quella a scomparsa è sicuramente l’opzione migliore. Se al contrario la presenza del binario non crea problemi e si vuole contenere il budget, si può prendere in considerazione anche quella a vista.

Su questo sito utilizziamo i cookie per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche anonime (cookie statistici) e per mostrare opportunamente servizi/prodotti (cookie di profilazione). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie Policy