Maggio 27, 2024

Con il termine gnatologia si intende la scienza della mandibola, più nello specifico dell’occlusione dentale. Questo campo di ricerca analizza attentamente l’insieme di muscoli che coordinano i movimenti delle articolazioni temporo-mandibolari, le quali sono responsabili della regolazione dei movimenti mandibolari (tra cui respirazione, masticazione, serramento/digrignamento dei denti e fonazione,).

In altre parole, la gnatologia si occupa delle interazioni complesse tra i denti, i muscoli facciali e le articolazioni che consentono di svolgere le attività quotidiane come mangiare, parlare e respirare. Pertanto, ci sono diverse ragioni per le quali potrebbe essere utile cercare uno studio di gnatologia a Roma.

Difficoltà ad aprire e chiudere la bocca

Uno dei motivi principali per cui bisognerebbe rivolgersi a un esperto di gnatologia sono i problemi ad aprire e chiudere la bocca, oppure quando la mandibola è bloccata. In questo caso, significa che sono presenti dei disturbi delle articolazioni temporo-mandibolari, che richiedono l’intervento tempestivo di uno specialista.

Quest’ultimo può agire in diversi modi, ad esempio effettuando una manipolazione per abbassare il condilo, cioè un’estremità della mascella inferiore che permette di unire l’articolazione della mandibola al resto del cranio. Dopo aver effettuato tutte le manovre necessarie a ripristinare la masticazione, lo gnatologo utilizza diversi strumenti, come la placca di Farrar, per stabilizzare le articolazioni.

Bruxismo

Lo gnatologo interviene anche in caso di bruxismo, una condizione in cui una persona stringe o digrigna i denti involontariamente. Le cause del bruxismo sono varie, ma spesso sono legate a problematiche odontoiatriche oppure ad interferenze tra l’arcata dentale superiore e quella inferiore, causate da carie, otturazioni, ecc. Il professionista, in questo caso, identifica le interferenze attraverso una valutazione accurata e interviene per eliminarle, alleviando così tutti i sintomi correlati al bruxismo, come il mal di testa, il dolore localizzato e le tensioni dei muscoli facciali.

Mal di schiena e dolori alle spalle

Studi recenti hanno evidenziato una connessione tra problemi posturali, come dolori alla schiena, alle spalle e alle gambe, e la posizione della mandibola e i disordini occlusali. Questi disturbi, spesso trascurati, possono avere un impatto significativo sulla postura e provocare fastidi muscolari diffusi. In situazioni come queste, è consigliabile consultare uno gnatologo, che, collaborando con altri specialisti della postura (come fisiatri, osteopati, otorini, ecc.) può aiutare a identificare le cause dei problemi posturali e a stabilire una terapia per risolverli.

Cefalea

Il mal di testa potrebbe essere un’altra problematica legata al movimento della mandibola. In questo caso, si parla di cefalea da malocclusione, ma spesso si tende a confondere questo problema con il normale mal di testa, poiché provoca dolore e tensione al livello della testa e del collo. Tuttavia, per trattare la cefalea da malocclusione è necessario intervenire sull’organo della masticazione, avvalendosi di apparecchi ortodontici oppure protesi.

Mancanza di coordinazione della mandibola

Un altro problema che richiede l’intervento di uno specialista in gnatologia è la mancanza di coordinazione tra il condilo e il disco articolare, ovvero le due parti dinamiche delle articolazioni temporo-mandibolari. A causare l’incoordinazione della mandibola è, in genere, un aumento della pressione dell’articolazione, e i sintomi sono molteplici, come dolori, sfregamento dei denti, ecc.

Solitamente, si interviene con strumenti appositi, come i bite ortotici, studiati per garantire una migliore efficienza muscolare nelle fasi di masticazione.