Aprile 17, 2024

Se stai cercando una stampante per la decorazione digitale, ci sono una buona e una cattiva notizia. La buona notizia è che aziende come Muchcolors, specializzate in soluzioni per la stampa professionale, hanno ormai un catalogo ampio di alternative tra cui troverai senza dubbio quella che fa più al caso tuo. La cattiva notizia è che troppa scelta potrebbe metterti in crisi, soprattutto se sei alle prime con la decorazione digitale. Ecco, allora, cosa considerare prima di scegliere la stampante per decorazione digitale e per essere sicuro che sia quella giusta.

Qualche informazione utile per chi sceglie la stampante per la decorazione digitale per la prima volta

Parti dal capire che tipo di stampe dovrai realizzare con più frequenza: una cosa è infatti stampare piccole decorazioni su magliette, cappellini, borse, scarpe e una cosa completamente diversa è decorare a stampa la superficie in vetro o in legno di porte per interni. È vero che quelle in commercio sono spesso stampanti multifunzione e che possono essere utilizzate, cioè, per la stampa e la decorazione digitale su un gran numero di supporti diversi e di diverse dimensioni. È altrettanto vero, però, che se stai cercando un macchinario che utilizzerai principalmente per la decorazione digitale faresti bene a optare per qualcosa di più specifico e che ti assicuri ottimi risultati: anche le più piccole imprecisioni si notano subito quando non riguardano elementi funzionali ma elementi decorativi, infatti, e una buona resa di stampa è tra le primissime caratteristiche che dovresti provare a dedurre dalle schede tecniche delle stampanti a cui sei interessato. Più semplicemente potresti non fartene molto di stampanti per la decorazione digitale che stampano anche su grandi formati: sono molto utili in ambito pubblicitario perché permettono di realizzare facilmente 6×3 e altri tra i più comuni billboard, ma quasi sempre hanno dimensioni e costi – anche di gestione – considerevoli e tali per cui potrebbe rivelarsi decisamente più conveniente acquistare una stampante per decorazione digitale compatta se non ti capita spesso di stampare in Wide Format.

Proprio quanto puoi o sei disposto a spendere è un aspetto da non trascurare nella scelta della stampante per decorazione digitale: non serve ribadire che in commercio si trovano soluzioni di qualsiasi fascia di prezzo (o quasi: va sempre considerato, infatti, che si sta acquistando un stampante professionale e che i prezzi non possono essere quelli di una stampante domestica essenzialmente perché le prestazioni sono completamente diverse). Una regola generale di cui potresti tenere conto è che maggiore è il prezzo della stampante e più per ammortizzarlo potresti essere costretto ad alzare il prezzo di stampa a copia e, cioè, a presentare ai tuoi clienti preventivi più alti. La decorazione digitale rimane comunque generalmente più economica – e conveniente, quindi, sia per chi la realizza e sia per chi la commissiona – di altre tipologie di decorazione. Con un po’ di esperienza potrai provare a ridurre i costi di stampa a copia anche scegliendo inchiostri e coloranti o settando al meglio impostazioni e cicli di stampa: almeno all’inizio, insomma, non hai motivi reali per non scegliere una stampante che non sia quella che ti garantisca risultati migliori.