Come scegliere l’operatore telefonico adatto alle tue esigenze

0

Ogni giorno nascono piccole compagnie telefoniche, ma quelle principali a cui tutti fanno riferimento sono 3 o 4. In particolare si tratta di Vodafone, Wind, Tim e Tre. Queste quattro compagnie offrono sostanzialmente lo stesso tipo di servizi: chiamate, sms, mms, internet. In base alle proprie necessità le persone o le aziende possono quindi personalizzare il proprio piano telefonico, scegliendo la sua compagnia di fiducia.

Per sottoscrivere un contratto con un operatore e attivare una nuova sim card, o cambiare il proprio, è sufficiente semplicemente andare in un centro con un reparto telefonia o andare in un centro della compagnia a cui si desidera passare. In pochi giorni, in entrambi i casi, si avrà un nuovo contratto con la propria compagnia preferita. Ad incidere sulla scelta dell’operatore sarà anche la copertura di rete dello stesso: non ha senso infatti avere la migliore offerta del mondo se poi il telefono non prende. Prima di scegliere la tariffa di conseguenza è bene andare sul sito dei vari operatori per verificare che nella propria zona ci sia una buona copertura.

Muoversi fra le varie tariffe

Fra le tariffe delle suddette compagnie ci sono varie soluzioni: alcune più economiche e semplici, altre più complete ma che costano un po’ di più. Quelli che comunque vanno sicuramente per la maggiore sono le formule all inclusive, ovvero che prevedono una tariffa fissa al mese che include tutto. In questo modo si può usare il proprio telefono senza pensieri.

Alcuni portali permettono semplicemente di inserire le proprie esigenze dando poi una lista delle tariffe attivabili con le varie compagnie. Di norma è sempre possibile, comunque, personalizzare il proprio piano adattandolo alle necessità. Quello che è certo è che, nella maggior parte dei casi, si scelgono sim con piano ricaricabile perché in questo modo è più facile passare da un operatore all’altro e tenere sotto controllo i propri costi.

Ricariche, costi e scontistica

Una volta che la compagnia telefonica ha stabilito un costo di norma è praticamente impossibile che al singolo venga fatta una scontistica, anche minima. In alcuni rarissimi casi si riesce al momento della portabilità, quando la propria compagnia prova a far cambiare idea al suo cliente sul cambio di operatore offrendo cose speciali. Come detto, però, si tratta di rari casi.

Per risparmiare sul costo del cellulare la soluzione più facile è, comunque, quella di acquistare delle ricariche telefoniche di un certo valore, pagandole meno. Questo è possibile, per esempio, sui siti delle aste al centesimo, come Red Bid. Qui si propongono schede di ricarica del telefono mobile dei migliori operatori a un costo inferiore rispetto al valore. Un esempio: si può acquistare una ricarica da 10 euro a 3 euro. Il risparmio è evidente.

Per guadagnarsi la possibilità di acquistare prodotti a prezzi d’eccezione su siti di questo tipo è sufficiente iscriversi all’asta e avere qualche bid da parte per giocarsela. Se si riesce ad essere l’ultimo offerente sull’asta si ha la possibilità di acquistare il prodotto al prezzo presentato scontato. Si tratta di una vera occasione, sia per le ricariche del telefono che per altre tipologie di prodotti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here