Giugno 23, 2024

L’investigatore privato, nell’immaginario collettivo, si caratterizza come un tizio misterioso, abbigliato con un trench beige e una pipa. Viene spesso dipinto come un soggetto guardingo, appostato in auto con la macchina fotografica e ingaggiato solo nei grandi casi di spionaggio cinematografico.

In realtà si tratta di un professionista a tutto tondo, ovvero di un esperto in particolari tipologie di indagini al servizio di cittadini privati, aziende ed istituzioni. Se provi a fare una rapida ricerca online, infatti, potrai individuare molto rapidamente un investigatore privato che opera su Roma e leggere di persona di cosa si occupa.

In altre parole questo professionista non opera solo nei film ma collabora attivamente con persone fisiche e organizzazioni per risolvere una gran varietà di casi.

Chi è e cosa fa l’investigatore privato?

L’investigatore privato è un professionista abilitato che ha conseguito studi appositi in scienze investigative e che ha regolarmente ottenuto la licenza della prefettura per operare.

Questo è quanto previsto all’articolo 134 del TULPS ed è ciò che distingue un improvvisato da un professionista vero e proprio, dotato di conoscenze e strumenti di lavoro tali per agire in qualità di vigilanza, ricerca e raccolta di informazioni finalizzate alle attività investigative.

Come previsto dalla vigente normativa l’investigatore agisce sia in ambito privato che aziendale, il che significa che opera per conto di realtà commerciali, assicurative o difensive. Le sue conoscenze sono di tipo multi-disciplinare dal momento che è un esperto di legge, di protezione dei dati personali, di intelligenze aziendale e molto altro ancora.

Oltre a prestare servizio per cittadini e organizzazioni, quindi, il lavoro dell’investigatore privato consiste nell’aggiornarsi di continuo, sia sui cambiamenti della legge che sulle novità in ambito tecnologico. In altre parole conosce il funzionamento di telecamere di sicurezza, dispositivi elettronici e device di ogni tipo oltre a studiare e formarsi anche in ambito psicologico e sociologico.

Per quali servizi viene ingaggiato?

Il suo intervento può essere richiesto in molteplici situazioni. Innanzitutto bisogna distinguere i servizi ai privati da quelli alle aziende perché parliamo di ambiti molto diversi tra loro. Per un cittadino può occuparsi di indagini di affido di minori, controversie coniugali, questioni ereditarie e accordi pre-matrimoniali.

Nel caso di ingaggi per aziende, invece, potrebbe essere chiamato ad agire per attività bonifica, tutela di marchi o prodotti, questioni di sicurezza, consulenze legali e persino per condurre indagini di persone scomparse. Il suo operato non è da considerarsi come conflittuale nei confronti delle autorità pubbliche quanto, piuttosto, come aggiuntivo e di supporto.

Come svolge il suo lavoro?

Il lavoro di un investigatore è molto ampio e si svolge in varie fasi. La prima consiste con il colloquio iniziale con il proprio cliente, al quale chiederà di spiegare la situazione e l’esigenza investigativa specifica. Dopo questa fase di ascolto l’investigatore procederà a spiegare al cliente le strade percorribili e le modalità in cui questo intenderà operare. Infine, quando il cliente avrà accettato la proposta, l’investigatore inizierà le indagini e, al termine, produrrà un dossier che consegnerà al cliente.

Per procedere con le indagini l’investigatore può avvalersi di varie strategie come il pedinamento, l’appostamento, la produzione di foto e video probanti ecc… Per altri servizi potrà agire su dispositivi elettronici con l’obiettivo di estrapolare dati e informazioni mentre, in altri casi, potrebbe servirsi di indagini face-to-face per scovare quanto richiesto dal cliente.

Non vi è un vero e proprio modus operandi. Di norma gli investigatori privati ci tengono a mantenere un certo riserbo per il proprio operato dal momento che lavorano, com’è ovvio, con una certa discrezione. Per operare, infine, l’investigatore deve essere autorizzato da apposita documentazione rilasciata dal prefetto, un atto che il cliente è sempre tenuto a controllare prima di affidare qualsiasi tipologia di incarico.