Luglio 14, 2024
Roma-ciclabili

Sono state tante le critiche mosse alla sindaca di Roma Virginia Raggi: in questi due anni la giunta pentastellata ha dimostrato di non essere forse in grado di rispettare tutti gli impegni presi. Se andiamo oltre alle mere preferenze politiche però una cosa appare evidente a tutti i cittadini di Roma: le piste ciclabili sono  poche e sono ridotte davvero malissimo! Chi si sposta in bicicletta è spesso costretto a percorrere strade trafficate e quando va bene e si trova una pista ciclabile il più delle volte si rischia di farsi male per via delle buche e degli incroci pericolosi. Insomma, questo è un problema che nella capitale si avverte parecchio.

La mobilità a Roma: la situazione peggiora

La sindaca Raggi aveva fatto della mobilità sostenibile una bandiera, eppure in questi due anni le cose nella Capitale sono solamente peggiorate anzichè migliorare. Abbiamo già parlato dei recenti incidenti che hanno coinvolto l’Atac e messo in serio pericolo la vita di alcuni cittadini. Se i trasporti quindi versano in uno stato davvero preoccupante, non possiamo certo dire che gli spostamenti su due ruote siano facili a Roma! Le piste ciclabili sono ancora troppo poche e quel che è peggio è che versano in condizioni davvero pericolose. Necessitano di manutenzione praticamente tutte: sono piene di buche, alcune non sono nemmeno sicure per via di incroci rischiosi. Al momento, le uniche ciclabili complete sono quella a Santa Bibiana e quella di via Nomentana: poco più di 4 km totali.

Tutte le altre presentano numerosi problemi, non solo di manutenzione ma di vera e propria realizzazione. Alcune sono proprio state abbandonate: i lavori non sono mai andati avanti e quindi oggi le ciclabili si interrompono all’improvviso, costringendo i ciclisti a percorrere tratti di strade trafficate. Se pensiamo poi che queste sono le piste migliori e più nuove, viene da sè che le altre non vengono nemmeno utilizzate perchè nel completo degrado.

Tutte le altre piste ciclabili di Roma sono letteralmente abbandonate a loro stesse e alcune sono addirittura pericolose. Se mettiamo da parte per un attimo le buche, che sono rischiose per un ciclista, la situazione non si presenta certo più rosea. Basta pensare alla ciclabile di Viale delle Milizie che è ricoperta da foglie scivolosissime ed è ormai praticamente stata conquistata dagli alberi, che invadono lunghi tratti di strada. Le segnaletiche non aiutano certo i poveri cittadini a viaggiare in sicurezza: sono quasi ovunque assenti o nascoste dalla vegetazione che ormai si è impossessata di tutto.

La situazione della mobilità a Roma è davvero critica e purtroppo dobbiamo riscontrare che in 2 anni la sindaca Raggi non ha saputo risolvere nulla. Roma sembra ormai vivere in un crescente stato di degrado ma è d’obbligo intervenire subito per cercare di salvarla. Parliamo di una delle capitali più belle del mondo, una città d’arte senza eguali, che non può permettersi questo tipo di figuracce. Questi sono problemi che devono essere denunciati e risolti, senza perdere tempo o continuare a rimandare interventi che sono necessari e che non si possono più mettere da parte.