Diverse persone che si avvalgono di un assistente domiciliare per fornire cure a un anziano non più autosufficiente non regolarizzano certe figure con conseguenti disagi. Se da una parte c’è il risparmio di denaro, dall’altra bisogna mettere in conto problemi per quanto riguarda la fornitura del servizio stesso. Infatti, senza un regolare contratto di somministrazione di lavoro, sorgono delle problematiche diverse. Senza mettere nero su bianco le condizioni, è ovvio che l’assistente domiciliare può sentirsi libera di andare e venire all’ora che vuole, arrivare in ritardo e lasciare i famigliari in difficoltà. Non si possono avere certezze sugli standard della prestazione e delle cure domiciliari quando non ci sono obblighi contrattuali.

Ad alcune famiglie che non si affidano a badanti Milano serie ma optano per il passaparola personale non assunto regolarmente, capita di subire vere e proprie ritorsioni, ricatti addirittura. Può capitare che vengano richiesti pagamenti extra per ore di lavoro che in realtà non sono state fatte.

Inoltre, chi assume senza costretti regolari può andare incontro a sanzioni per mancato pagamento dei contributi all’ente di previdenza sociale INPS fino a duemila euro per la mancata somministrazione. Invece per il lavoro in nero si può arrivare a sanzioni molto salate anche di 12 mila euro! A questa si aggiungono 150 euro in più per ogni giorni che l’assistente domiciliare dichiarare di avere lavorato in nero.

Chi comunque trova un accordo con la badante, può comunque avere delle problematiche perché spesso il pagamento deve esser fatto in contanti. Ritirare dal bancomat o dallo sportello della banca tanti contati ogni mese può mettere in difficoltà. Prelievi costanti nel tempo non passano inosservati e quindi è facile andare incontro a problematiche varie con la banca che chiede spiegazioni e avverte anche la guardia di finanza. Inoltre, spesso capita che succede con badanti che no hanno un regolare permesso di soggiorno e ciò mette di fronte ad altre problematiche ancora più complesse che vale la pena evitare.

Insomma, la risposta breve alla domanda se vale la pena o meno assumere badanti Milano con un regolare contratto è ovviamente Sì.

Su questo sito utilizziamo i cookie per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche anonime (cookie statistici) e per mostrare opportunamente servizi/prodotti (cookie di profilazione). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie Policy