Maggio 27, 2024

Quando si decide di ristrutturare il bagno non ci si limita solamente alla scelta della vasca o del box doccia e dei sanitari, ma bisogna anche comprare dei nuovi mobili. Le esigenze variano da persona a persona e da famiglia a famiglia, ma ci sono alcuni mobili davvero irrinunciabili e utili per chiunque. Se siete indecisi su quali prodotti comprare vi consigliamo di esplorare il catalogo di www.bagnoitalia.it, con soluzioni adatte a tutti.

Continuate a leggere per conoscere tutti i nostri consigli e suggerimenti.

In che stile arredare

Il bagno è a tutti gli effetti una stanza a sé, e non deve necessariamente rispettare lo stile di arredamento che abbiamo scelto per il resto dell’abitazione. Per questo possiamo dare completo sfogo alla fantasia, cercando di capire qual è il tipo di stile che più si adatta ai propri gusti. Alcuni preferiscono linee e design moderni e all’avanguardia, mentre altri desiderano arredare seguendo dei paradigmi più classici, come accade ad esempio con l’arte povera.

Ciò che conta è mantenere una buona omogeneità tra i vari mobili che si andranno ad acquistare, tenendo in considerazione sia lo stile che i colori.

Utilizzare le pareti

Per arredare al meglio il bagno è fondamentale fare attenzione alla gestione degli spazi. Una soluzione molto comoda è quella di comprare dei mobili sospesi, da attaccare alle pareti. Questi mobili non hanno bisogno di dover poggiare a terra, e consentono di tenere il più possibile libera la superficie del pavimento.

Ai muri si possono attaccare ogni genere di mobili da bagno. Si va dalle specchiere dotate di scompartimenti agli armadietti, senza dimenticare piccoli ripiani e mensole.

Una valida alternativa per coloro che vogliono organizzare al meglio gli spazi è rappresentata dai mobili stretti e alti, che si sviluppano soprattutto in verticale.

Solo buoni materiali

Il bagno è la stanza che più ha a che fare con l’acqua e con l’umidità. Mobili di scarsa qualità potrebbero rovinarsi in breve tempo, costringendoci ad affrontare nuove spese per sostituirli. Per questo suggeriamo di spendere un po’ di più, ma di acquistare solo mobili realizzati con materiali resistenti e durevoli.

Il legno, ad esempio, è una buona soluzione, soprattutto se trattato in maniera opportuna. I materiali naturali non solo sono molto affidabili, ma consentono anche uno smaltimento più facile del mobile quando è il momento di cambiarlo.

La centralità del lavandino

Il lavandino è uno degli elementi centrali del bagno ed è anche tra i più utilizzati. Si usa il lavandino per lavarsi le mani, per truccarsi, per pulire i denti e in molte altre situazioni. Per questo conviene avere a disposizione sia un mobile sotto al lavandino, sia una specchiera con degli scompartimenti.

Lo spazio sotto al lavandino potrebbe essere occupato in parte dai tubi per lo scarico, per cui consigliamo di acquistare fin da subito un mobile con lavandino incluso, e con diversi cassetti in cui sistemare asciugamani e accessori di vario genere. La specchiera dovrebbe avere una sua illuminazione, per permettere di truccarsi e di sistemarsi con maggiore precisione. Gli scompartimenti laterali sono l’ideale per sistemare dentifricio, spazzolino e altri prodotti per l’igiene.