Maggio 27, 2024

Febbraio è giunto alle nostre porte con il suo dolce anticipo di primavera, ma non solo: di dolce ci porta anche la festa degli innamorati!
Se volete organizzare qualcosa con il vostro amore, siete sulle righe giuste: i numeri della pandemia ancora vi creano problemi per quanto concerne la socialità?
Niente paura: parleremo di come organizzare un San Valentino perfetto stando in casa, senza preoccuparci di nulla ma rimanendo nel comfort e nella sicurezza della nostra calda abitazione, addobbata appositamente per la dolcissima festa.

Festeggiare a casa, con stile: come ?

Se avete intenzione di festeggiare a casa, quindi, non potete che partire dallo stile. E di cosa si compone, questo benedetto stile? Di attenzione ai dettagli. Una maniacale e certosina attenzione ai dettagli. Affidatevi al più famoso sito web per i fiori, tanto per cominciare, così da non dover uscire di casa per quelli e avere tutto pronto senza grandi sbattimenti. Quali fiori? Che domande, rose! Ovviamente rosse, a dozzine. In più, assicuratevi di spargere qualche petalo del fiore dell’amore sul letto: scontato, banale, un po’ kitsch se vogliamo, ma si tratta pur sempre del classico dei classici, quindi meglio osare. Del resto non festeggeremmo San Valentino se non fossimo segretamente innamorati del kitsch, giusto? Bene.
Archiviato il discorso “fiori San Valentino”, passiamo alla cena, che si terrà categoricamente a lume di candela.

Qui le opzioni sono due: o vi industriate a creare un menù su misura per la serata e il vostro amore, magari con tutti i piatti che sapete preferisce, oppure ordinate online anche quella e addio pensieri. Certo, per cucinare serve un minimo di organizzazione e di voglia di spignattare tutto il giorno ai fornelli, ma per amore…questo e altro, giusto?
L’idea potrebbe essere vincente qualora foste già dei maghi dei fornelli, ma ancora più accattivante se proprio non lo siete affatto! Sarà un altro segno di quanto tenete al vostro amore e al festeggiarlo degnamente, facendo tutti gli sforzi del caso. Se non siete cinture nere di spignattamento, comunque, attenetevi a ricette semplici, che magari potrebbero anche essere di grande impatto, ma niente complicazioni: niente sufflè, per intenderci. Non vorremmo mai doveste chiamare i pompieri la sera di San Valentino, giusto? Che poi potrebbe essere un ricordo divertente da custodire per la vita, quello è un altro discorso: niente complicazioni è meglio!

Cosa manca? Abbiamo i fiori, abbiamo la cena…ma certo, il regalo! Qui, attenzione, perchè la festa degli innamorati è una delle più scivolose dell’anno, soprattutto se da poco state insieme al vostro amore. Ci tiene? Quanto ci tiene? Sì, perché rischiare di prendere in regalo una sciocchezza per poi scoprire che l’altro ci ha regalato un collier potrebbe essere imbarazzante: indagate, gente, indagate.

Ora che abbiamo tutto, ma proprio tutto, non ci resta che qualche piccolo aggiustamento dell’ultima ora, come il profumo delle candele (non lasciate l’olfatto al caso, è il senso che più di tutti ci porta all’ancestralità del nostro essere animali…il che, come potete facilmente intuire, poco non è, in relazione alla festa in questione!).
Buon San Valentino a tutti!