Cassettine dell’ortofrutta per i traslochi: come procurarsele e come usarle

La cassettine che si usano normalmente per il trasporto della frutta e verdura sono realizzate in plastica o anche in legno. In particolare quelle in plastica, sono molto utili come contenitori per i tuoi traslochi a Monza. Sono contenitori alternativi alle solite scatole di cartone tripla onda grazie alla loro capienza e resistenza. Grazie alle maniglie laterali, si sollevano in modo semplice e si impilano una sull’altra, occupando il minimo spazio indispensabile sul furgone o in auto.

Per capire come procurarsele e anche come usarle, basta leggere di seguito.

Come procurarsi le cassettine in plastica

Per procurarti le cassettine dell’ortofrutta per organizzare i tuoi traslochi a Monza, hai diverse alternative. Per iniziare, ogni volta che vai all’ortofrutta invece che mettere gli ortaggi in una borsa, fatti dare una casettina in plastica che puoi riutilizzare per altri scopi.

Fai lo stesso ogni volta che c’è il mercato settimanale della frutta e verdura nella tua città o nel tuo quartiere. Inoltre, se vai quando i banchi stanno chiudendo, è facile trovare alcune cassettine lasciate lì per essere buttate via. è l’occasione ideale per farne incetta e avere altri contenitori alternativi alle solite scatole di cartone.

Come usare le cassettine dell’ortofrutta

Ovviamente, le cassettine dell’ortofrutta si usano soprattutto come contenitori per organizzare i tuoi traslochi a Monza. Puoi sistemare oggetti vari come libri, cd, dvd ma anche prodotti per il bagno, phon e accessori per capelli e tutto quello che devi spostare presso la nuova abitazione. Se hai paura che gli oggetti si possano rompere, allora avvolgili bene nella carta di giornale o nel cellophane; vedrai che anche le tazze del servizio da the arriveranno indenni.

Dopo il trasloco, puoi saure le cassettine come contenitori su uno scaffale per organizzare e tenere in rodine la dispensa, il ripostiglio o anche la cantina. Se mai lo stile up cycling, puoi realizzare una libreria. Ti basta avvitare il fondo al muro, sistemarle una vicina all’altra senza un disegno preciso e il gioco è fatto!