Aprile 17, 2024

Nessuna donna sa resistere al desiderio di avere le mani sempre perfettamente curate e le unghie perfette, colorate secondo la moda del momento. Per ottenere il risultato desiderato, c’è chi conosce le tecniche di manicure e riesce ad applicarle correttamente, e chi invece preferisce affidarsi ad un centro estetico e richiedere un trattamento professionale.

In ogni caso, il gel unghie e lo smalto gel semipermanente rappresentano la tendenza del momento, poiché consentono di realizzare fantastici effetti cromatici e garantiscono una lunga durata nel tempo. Diversamente da quanto avviene con uno smalto tradizionale, lo smalto semipermanente e il gel unghie vengono sottoposti, una volta applicati, all’azione di un’apposita luce che ne provoca la polimerizzazione, con il risultato di una superficie perfettamente lucida e coprente e una durata media di tre settimane.

È facile quindi capire come gli smalti semipermanenti siano adatti soprattutto a chi preferisce una soluzione a lungo termine, e non a chi ha l’abitudine di cambiare spesso il colore delle unghie.

Quali sono le caratteristiche dello smalto gel

Uno dei principali pregi dello smalto gel è quello di permettere di modificare la forma e lo spessore delle unghie, e di rappresentare quindi un’ottima soluzione anche per chi ha problemi di unghie molto fragili o danneggiate. Il gel in questi casi consente di effettuarne la ricostruzione, si tratta di un lavoro particolarmente complicato e piuttosto lungo, per il quale è necessario rivolgersi ad un centro professionale e specializzato. Infatti, modellare il gel sulle unghie, livellarlo e stenderlo perfettamente è molto difficile da fare in autonomia.

Dopo l’applicazione e la lavorazione, è necessario sottoporre per qualche minuto il gel ad un’apposita fonte luminosa, UV o Led, perché si fissi e diventi perfettamente uniforme, solido e brillante. Lo smalto gel è disponibile anche nella versione trasparente, da personalizzare con un ulteriore strato di smalto semipermanente colorato, oppure di smalto tradizionale.

Grazie alle sue particolarità, lo smalto gel può essere utilizzato per i progetti di nail art più complessi e per rimediare a chi ha il vizio di rosicchiare le unghie, oppure possiede unghie piuttosto fragili e facili a spezzarsi.

Le differenze tra smalto gel e smalto semipermanente

Lo smalto semipermanente permette di realizzare una manicure dall’eccellente resa estetica, con una procedura relativamente rapida, non troppo complicata e abbastanza economica. Chi possiede un po’ di pratica e di manualità, può imparare facilmente ad applicare lo smalto semipermanente, anche se si tratta comunque di una procedura professionale.

Con lo smalto semipermanente si possono ottenere risultati eccellenti per quanto riguarda il colore e gli effetti cromatici ed estetici, non è invece possibile effettuare la ricostruzione delle unghie danneggiate: sostanzialmente, si tratta di una vernice di copertura, più resistente e più duratura di uno smalto normale.

Il colore e la brillantezza sono comunque ottimi, con una minima differenza dallo smalto gel. Lo smalto semipermanente è disponibile in tantissimi colori e sfumature, dalle più classiche e basilari ai colori di tendenza, per le sue caratteristiche non si presta ai lavori di nail art molto complicati.